Secondo le statistiche dell’anno scorso, nel 2014, le cosiddette facoltà green hanno riscontrato un notevole successo tra gli studenti universitari di ogni età. A queste si uniscono le statistiche che indicano un vero e proprio boom di iscrizioni alle università telematiche che permettono a tutti di conseguire il proprio titolo di laurea seguendo le lezioni da casa, utilizzando un pc, un tablet o addirittura lo smartphone.

Tra queste, l’Università Niccolò Cusano di Roma ha registrato un notevole aumento di studenti interessati ai suoi numerosi corsi di laurea e master. Questo ateneo viene scelto per tanti motivi e non solo perché mette a disposizione un insegnamento di alta qualità che, ovviamente, offre maggiori possibilità di trovare un’occupazione in un mercato di lavoro sempre più competitivo.

I giovani infatti scelgono l’università telematica anche per un motivo etico ed ecologico volto alla cura dell’ambiente, ma anche all’economia mondiale e al miglioramento della condizione della società. Gli ateneo è venuto incontro a queste esigenze grazie ai suoi master green ormai famosi e apprezzati nel mondo accademico e non solo.

Tra questi facoltosi master figurano quello di: Nuove strategie di analisi previsionale e della mediazione nell’epoca del mutamento sociale e quello di Pianificazione Tributaria Internazionale. Il primo fa parte della facoltà di giurisprudenza e si concentra sul nuovo rapporto tra lo Stato e la Società, il secondo invece fa parte della facoltà di economia. Questi, ma anche tutti gli altri master, sono volti a migliorare sia l’economia che la società tenendo sempre un’impronta verde ed eco sostenibile.

Per tornare a parlare della Cusano, per prepararsi, infatti, i laureandi usano solo materiale di studio green come la carta riciclata. Gli studenti, infatti, all’interno dell’ateneo possono scegliere il modo migliore di offrire il loro contributo all’ambiente.

Grazie al carbon footprint calculator possono sapere che impatto hanno le loro scelte sull’ambiente che li circonda. Il progetto Ateneoverde.it offre agli iscritti tantissimo materiale informativo e divulgativo oltre che suggerimenti per ridurre al minimo lo spreco di acqua, carta e plastica.

Il progetto Ateneo Verde suggerisce anche le azioni cosiddette green che tutti dovrebbero mettere in pratica ogni giorno per rispettare l’ambiente e le sue risorse ormai in fase di esaurimento. Nella struttura infatti sono stati installati dispenser di acqua che riducono al minimo lo spreco di bottiglie di plastica e quindi di petrolio. Tutti gli studenti possono usufruire del dispenser in modo assolutamente gratuito.

L’iniziativa più green è sicuramente la Smart Recycling Box. Questo macchinario intelligente offre la possibilità di svuotare al suo interno le bottiglie smezzate e utilizzare quest’acqua per far bere i randagi. Inoltre, permette di introdurre anche le bottiglie di plastica vuote al suo interno e ricevere un piccolo e simbolico compenso in denaro per la propria azione. Infine, le bottiglie raccolte vengono riciclate e, con il denaro ricavato, viene acquistato cibo per gatti e cani in difficoltà.

Per quanto riguarda il cibo, Unicusano offre una mensa con prodotti di origine esclusivamente biologica e rigorosamente a Km0. L’orto, che si trova all’interno del complesso Universitario, infatti rifornisce di tutto il necessario la mensa per un’alimentazione sia sana che eco sostenibile. In questo modo si riduce al minimo l’inquinamento legato al trasporto degli alimenti per diverse centinaia (a volte migliaia) di Km e aumenta invece la qualità del cibo.

Le ragioni per scegliere Unicusano sono quindi davvero tante. Seguendo uno dei master green si accresce sia la propria istruzione in ambito didattico ma allo stesso tempo aumenta anche la consapevolezza delle proprie azioni e l’impatto di queste sull’ambiente che ci circonda.

 


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi