Il taping neuro-muscolare è una tecnica basata sulla stimolazione dei processi riparativi fisiologici del nostro organismo. Lo speciale tape utilizzato viene chiamato anche kinesiotape proprio perché la sua massima efficacia si ha con il movimento (kinesio). Questa modalità di trattamento favorisce una migliore circolazione sanguigna e linfatica andando ad agire anche a livello neuro-sensitivo. Il TNM è elastico fino al 40% della sua lunghezza facilitando così la normale escursione articolare e muscolare, aderisce alla cute fino ad una settimana dall’applicazione resistendo all’acqua, effettua un drenaggio ed una stimolazione costante durante tutta la giornata sfruttando l’azione biomeccanica del nostro corpo, inoltre è di cotone traspirante ed anallergico, e cosa molto importante, non contiene alcun tipo di farmaco. Questo presidio è stato ideato in Giappone nel 1970, ma viene importato e migliorato in Europa dal maestro David Blow che con un’attenta e continua ricerca sta diffondendo in modo importante questa tecnica anche nel nostro paese.

Immagine 009

Il TNM può essere usato in riabilitazione verso tantissime patologie ma anche per migliorare prestazioni sportive, come ad esempio nel nuoto. Il TNM solitamente viene applicato in decompressione, ovvero a tensione 0, con il muscolo da trattare in allungamento proprio per favorire una riattivazione del microcircolo sottocutaneo influendo così in modo decisivo sui tessuti lesi, ristabilendo la normale attività della parte trattata. Grazie a quell’effetto “grinza-non grinza”, dato dal normale movimento del corpo umano, le parti trattate verranno riattivate e così riportate alla normalità in tempi minori.

KinesoConcepts

Le applicazioni in compressione vengono utilizzate per migliorare il gesto atletico, il controllo dell’escursione articolare e il contenimento dei muscoli con problematiche strutturali durante le prestazioni sportive. Il TNM applicato in questa modalità solitamente viene usato prima dell’attività sportiva e viene rimosso alla fine di questa in quanto lavorando in compressione, crea l’effetto indesiderato del blocco della circolazione dei tessuti compressi. Allo scopo di compensare l’effetto compressivo, il TNM viene applicato subito dopo in decompressione per favorire il completo ripristino della circolazione sanguigna e linfatica portando importanti benefici alla zona lesa. Il nastro può essere applicato con diversi tagli in base all’ampiezza e la forma della struttura da trattare: un pezzo unico “I”, a “X”, a forma di “Y” e a ventaglio. Più il TMN viene tagliato e più si avrà un azione drenante profonda. Il TNM può essere applicato solamente da professionisti specializzati e formati con corsi ufficiali per ottenere i migliori risultati derivati da questa fenomenale tecnica terapeutica.

A cura del Dott. Giovanni Monachesi


it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi