La pratica Reiki, secondo la tradizione, venne sviluppata tra’800 e ‘900 da Mikao Usui, che pare avesse ricevuto una sorta di illuminazione dopo tre settimane di digiuno mentre si trovava in meditazione sul Monte Kurama. Il Reiki è un sistema di cure simile in apparenza alla pranoterapia che consiste nel liberare attraverso l’energia rilasciata da chi lo esercita, i condotti energetici che ostruiscono i Chakra. Colui che si fa veicolatore dell’energia terapeutica (KI), il maestro Reiki, trae la forza direttamente dall’universo e dalle forze primordiali che lo permeano. Con l’imposizione delle mani sull’individuo da curare egli non assorbe le sue energie negative (come invece la pranoterapia), bensì le spazza via divenendo egli stesso un canale di energia attraverso cui scorre il KI. Durante il trattamento nel terapista si verifica una crescita del KI che lo porta a sentirsi energizzato e in grado di eseguire anche più trattamenti uno dopo l’altro. Le sue energie non si esauriranno mai perché provengono dalla Forza Universale di cui egli è tramite. Il Reiki può guarire molti problemi, tra cui ansia e stress dovuti a sentimenti negativi come il rancore.
L’insegnamento del metodo di guarigione Reiki è suddiviso in tre livelli.

Il primo livello permette la guarigione del paziente a livello fisico, il livello più basso di vibrazione.

Il secondo livello Reiki è più potente e aumenta il livello d’energia guaritrice. L’intervento si focalizza su tre livelli del corpo: quello emozionale, quello mentale e quello spirituale. La guarigione a livello mentale permette di acquisire capacità di connessione con la propria Supercoscienza e di guarigione attraverso lo spirito in casi di depressione, insonnia e dipendenze di vario genere (droga, alcool, sesso). Modelli di comportamento che sono stati rigidi fino a questo momento possono cambiare in positivo.

Il terzo livello coinvolge in maniera diretta gli studenti che, con la guida del maestro, cominciano a praticare gli insegnamenti e le procedure di iniziazione. Questo è un percorso lungo circa due anni. Soltanto dopo il terzo livello si diventerà veri e propri Maestri.

A cura di Danilo Panicali


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi