Questa domanda deve essersela posta il regista del film “Basta Poco”, Andrea Muzzi (nelle nostre sale dal 30 aprile) che nella sua opera prima, ci racconta una storia di bugie e illusioni…

 

Ti senti solo? Hai bisogno di qualcuno che ti faccia sentire più bella? Sei omosessuale e non hai il coraggio di dirlo ai tuoi genitori? Ci pensa l’agenzia “FELICI&CONTENTI”.

E di solito, “felici e contenti” è il fortunato “slogan” di coda delle favole, con cui le mamme e i papà di tutto il mondo hanno sempre chiuso, tra uno sbadiglio e l’altro, rivisitazioni di fiabe ricostruite con l’aiuto di qualche ricordo e un po’ di fantasia. Andrea Muzzi decide invece di non aspettare, aprendo il film con una promessa di felicità senza eguali. Peccato che questo, come lui stesso ci ha raccontato all’anteprima del film svoltasi a Roma il 21 aprile, sia un film che non parli di felicità, ma di sognatori troppo cresciuti e miraggi.

La commedia toscana, si pone con una grazia quasi ormai dimenticata, e decide di non invadere lo spettatore ma di accompagnarlo fino alla fine del film tenendolo per mano.

Dotato di una semplicità favolistica, il film tratta argomenti che nella società di oggi sono spesso affrontati con cattiveria, come l’asocialità diffusa e la sensazione di doverci sentire sempre sulla cresta dell’onda, con i nostri post su facebook e i nostri tweet.

Inoltre, la straordinaria partecipazione del campione Dino Zoff, farà adorare la pellicola anche da quegli uomini un po’ “allergici” alle serate passate al cinema.

Non voglio anticiparvi niente…

Se volete prendervi una piccola pausa dalla vostra quotidianità, attraverso una risata “consapevole”, ve lo consiglio.

Insomma, tutti al cinema e se volete saperne di più vi aspetto sul mio blog!


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi