Di Johann Rossi Mason

Di tutti gli inestetismi del viso e degli occhi in particolare il più bistrattato e meno considerato è quello che affligge la sottoscritta. Mentre le riviste abbondano di rimedi per borse e occhiaie mai una volta che si parli dei segni del tempo che inesorabili si poggiano sul contorno occhi. Difficile altresì trovare prodotti adatti. Quelli disponibili drenano ma non nutrono, oppure nutrono ma ben poco possono sulle rughe ‘dinamiche’ quelle per intendersi che derivano dalla ricchezza delle nostre espressioni. Insomma difficile dare una risposta e orientarsi nell’eccesso di offerta che campeggia negli scaffali di farmacie, profumerie e supermercati.

10922083_10205854711909404_448840416_n

Ci ha pensato allora il cosmetologo Umberto Borellini, già noto alle cronache per la sua ricchissima linea di prodotti alle staminali vegetali e  all’anticellulite dall’effetto ‘craquele’ a base di caffeina. L’ultimo nato dei laboratori Glass Onion è il Pink Fluid un siero  rivoluzionario rigorosamente  rosa che promette una doppia azione e un effetto liftante. In tre minuti le rughe più sottili si distendono e  le borse si attenuano ma dopo tre settimane  di applicazione i risultati si stabilizzano in un effetto idratante e tensore. Doppio risultato  con un unico prodotto: la maggior parte dei prodotti ‘wow  effect’ infatti permettono un risultato immediato ma non duraturo mentre in  questo caso si parla di ‘flash cosmetology’ ossia formulazioni ad azione  trattante ed eutrofica, riparatrice e anti-age che dà un effetto  immediato molto gratificante e una sferzata di ottimismo che non guasta.

Al mattino la pelle matura è riposata ma talora segnata dal cuscino, troppo rilassata e quindi dopo una igiene accurata che porti via le  cellule morte e il sebo prodotto durante la notte, magari con i dispositivi Foreo o Clarisonic che detergono in profondità, si passa ad  applicare la ‘colazione’ della pelle.

Pink Fluid contiene un estratto di staminali vegetali ad azione antirughe più all’avanguardia, chiamato ‘tripeptide 38’ e la vitamina E che riduce l’azione dei radicali liberi e la disidratazione. Alla ricetta sono state aggiunti mucillagini con azione filmogena e idratante. Il nutrimento perfetto per una delle zone che mostra prima il trascorrere del tempo. Personalmente lo uso anche come rimedio last minute: dopo una giornata di lavoro e in previsione di una uscita, combatto la stanchezza dello sguardo picchiettando poche gocce di Pink Fluid intorno agli occhi e poi via… a godersi la serata.

10922005_10205854714109459_898952003_n


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi