Secondo il Global Status Report on Violence Prevention 20141 adulto su 4 (25%) nel mondo è stato abusato fisicamente da bambino.

Si stima che in Italia siano oltre 91.000 i minori vittime di maltrattamento in carico ai Servizi Sociali dei Comuni, di questi oltre 30.000 vengono allontanati dalla famiglia (fonte: ricerca condotta dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza in collaborazione con CISMAI e Terre des Hommes). Tale dato, secondo l’OMS, rappresenterebbe soltanto la punta di un iceberg, poiché in realtà i casi emersi di maltrattamento all’infanzia nel mondo sarebbero 1 ogni 9 effettivi.

A prendersi cura di questi minori a Milano da quasi 40 anni c’è L’ASSOCIAZIONE CAF ONLUS – Centro Aiuto ai Minori e alla Famiglia in Crisi che, dalla sua fondazione nel 1979 a oggi, ha accolto e curato nelle proprie strutture oltre 1.000 minori allontanati dalla famiglia d’origine con un provvedimento del Tribunale per i Minorenni, e offerto un importante sostegno alle loro famiglie in crisi.

Ma se dal punto di vista della loro cura si comprende facilmente l’importanza che il lavoro dell’Associazione riveste per i beneficiari, è possibile invece misurare in modo concreto il cambiamento che l’agire dell’Associazione CAF produce nel contesto sociale, economico e culturale della comunità in cui opera

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Lang Italia, l’Associazione è la prima in Italia in grado di calcolare il valore monetario dell’impatto sociale prodotto dai Servizi che eroga al territorio. Per farlo ha utilizzato l’indicatore SROI – Social Return On Investment arrivando a determinare che, in media, ad ogni euro investito dall’Associazione CAF nei suoi principali servizi, corrisponde un valore di 3,1 euro generati in termini di risparmio per la collettività.


“Da quasi quarant’anni l’Associazione CAF offre al territorio servizi importantissimi di protezione e cura dei minori in grave difficoltà come partner qualificato delle Istituzioni Territoriali – dichiara LUISA PAVIA, Amministratore Delegato dell’Associazione CAF – Poter esprimere attraverso un indicatore sintetico e riconosciuto il valore del nostro lavoro e l’impatto positivo che questo produce sulla Società, è per la nostra Associazione una straordinaria opportunità di accreditamento e rilancio della propria mission”.

 

L’analisi condotta sul triennio 2014-2016, che ha preso in considerazione gli effetti sociali prodotti dai 5 principali Servizi erogati dall’Associazione al territorio (Servizio di prevenzione “Diventare Genitori”, Servizio Affido, Servizi di accoglienza e cura residenziale per bambini da 3 a 12 anni e per ragazzi da 13 a 18 anni; Servizio di accoglienza e cura semi-residenziale per ragazzi da 13 a 18 anni.) , è in grado di dimostrare quanto queste specifiche attività di accoglienza e cura dei minori in condizioni di disagio incidano positivamente sulla spesa pubblica.

 

Il risparmio stimato è stato calcolato tenendo in considerazione diverse voci di spesa che, grazie all’operato dell’Associazione, non graveranno più sulle casse dello Stato e dei Comuni. Tra queste, ad esempio, i costi per le cure sanitarie dovute a maltrattamenti (farmaci, ricoveri ospedalieri, cure psicologiche), i costi scolastici straordinari (insegnanti di sostegno) e di accoglienza in Comunità e quelli per gli interventi dell’Autorità di Pubblica Sicurezza e per l’attivazione dei Tribunali.

 

Per una maggiore consapevolezza e in occasione della GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA, l’Associazione CAF lancia una campagna di sensibilizzazione che interessa vari canali, dalle radio al web, dallo sport al food.

Le violenze sui minori spesso non si vedono ma si possono sentire: basta saper ascoltare”. Questo lo slogan degli spot diffusi sul web e in radioTre spot realizzati pro bono dall’Agenzia creativa Y&R e da Eccetera Produzioni Audio con un unico concept: i bambini vittime di abuso e maltrattamento raccontano quello che vivono a casa tramite delle fiabe distorte, abitate più da orchi e da draghi che da principi valorosi e dove le fate non usano la bacchetta per fare incantesimi.

 

Grazie alla partnership con B SOLIDALE, la Onlus nata dalla Lega calcio della serie B, la campagna interessa anche gli STADI DI CALCIO DELLA SERIE B, attraverso i canali web e social della Lega B e delle 22 squadre associate, e con uno spot TV da 30” inserito nel palinsesto SKY.

 

Accanto all’attività di sensibilizzazione è inoltre prevista un’iniziativa di raccolta fondi che nasce dalla partnership con Spontini, storica azienda della ristorazione milanese. Il 20 novembre, infatti, le 23 PIZZERIE SPONTINI di Milano ed hinterland aderiranno alla campagna destinando alle attività di accoglienza e cura dei minori ospiti dell’Associazione CAF parte del ricavato delle pizze vendute durante la giornata.

 


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi