La Sardegna è la meta delle vacanze per eccellenza nei mesi estivi, ma ci sono alcune località che per la loro bellezza attirano il turista di turno in qualsiasi periodo dell’anno. Naturalmente non stiamo parlando esclusivamente delle località balneari, ma anche di tutte quelle zone dell’entroterra sardo che per svariate ragioni, legate perlopiù alla conformazione del territorio, che varia sensibilmente anche se ci si sposta di pochi chilometri, riescono a lasciare senza fiato.

Questo non vuol dire che le classiche località estive vengano abbandonate nei primi mesi autunnali, anche perché le temperature del periodo si mantengono abbastanza alte, il che permette di godersi il sole e la spiaggia senza problemi. Infatti ad esempio non accenna a diminuire la richiesta online di appartamenti da affittare per vacanze in Sardegna, in zone come quelle di Kala e Moru o di Mari Pintau, sempre molto frequentate in estate, ma che anche negli altri mesi dell’anno regalano uno spettacolo unico, grazie al mare cristallino ed alla vista splendida del promontorio circostante.

Come già detto tra le mete più belle per le vacanze in Sardegna ci sono sicuramente alcune località dell’entroterra, grazie soprattutto alla presenza delle tantissime aree naturali protette, ricche di vegetazione particolare e di una fauna locale unica al mondo. Una delle zone più visitate è di sicuro il Parco della Giara, che comprende diversi comuni, e che è caratterizzato dalla presenza di rocce basaltiche di origine vulcanica, che hanno dato vita ad un altopiano veramente incredibile alla vista.

Un’altra caratteristica della zona è la presenza dei cosiddetti Cavallini della Giara, una razza di cavalli dalla corporatura minuta, dal manto scuro e dalla folta criniera. Nonostante nei mesi estivi ed autunnali il cibo scarseggi, questi splendidi esemplari equini hanno fatto della zona il loro habitat naturale, e non è difficile, durante le escursioni nel territorio, incontrare un’intera famiglia di cavallini, una vera gioia per gli occhi che regala un’esperienza indimenticabile.

All’interno del territorio del parco si trova anche il sito nuragico più famoso della Sardegna, quello di Barumini, testimonianza dei vecchi insediamenti dell’isola. Questo immenso complesso nuragico copre quasi 2000 anni di storia del territorio sardo, ed ancora oggi conserva la sua struttura originale, tanto da essere stato inserito dall’Unesco nella lista dei patrimoni mondiali dell’umanità.

Un’altra grande attrattiva della Sardegna è rappresentata dalle grotte naturali, che si trovano sparse un po’ ovunque lungo le coste, alcune delle quali non sono raggiungibili via terra, ed altre che a seconda dei periodi sono completamente sommerse dall’acqua. Tra le più belle trovano posto le Grotte di Nettuno, situate nella zona di Alghero, e considerate dagli esperti le più interessanti dell’intero Mediterraneo, grazie ad alcune caratteristiche naturali che non hanno eguali in nessun’altra località.

Come sempre la Sardegna offre al turista una vasta possibilità di scelta, attraverso una serie di bellezze naturali che spesso sono in grado di lasciare senza parole, con alcune delle zone interne del territorio che rappresentano le mete ideali per chi vuole fare una vacanza diversa dal solito, a contatto con una natura selvaggia ed incontaminata, per un’esperienza unica nel suo genere che rimarrà per sempre stampata nella memoria.


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi