Un articolo scritto da una ragazza capace di mettere in immagini le emozioni. Perchè la bellezza non è solo una modella o il trucco che lei indossa, ma anche gli scatti che la immortalano

è una serie estrapolata da un servizio fotografico di un paio d’anni fa, realizzato in collaborazione con lo stilista di abiti da sposa Domo Adami. In quel tempo avevo scelto altri scatti più in linea con uno stile commerciale per mettere maggiormente in mostra gli abiti, oltre alla componente espressiva. A distanza di due anni, sistemando l’archivio, ho ripreso in mano il progetto, rivalutandolo sotto un’altra luce, con un’esperienza nuova, con occhi diversi da allora. Sono riuscita ad estrapolare questa nuova serie, simile alla precedente, ma molto diversa sotto alcuni aspetti, più intimista, più minimalista, ma più in linea con ciò che sono oggi. Più spazio al movimento, un po’ meno attenzione agli abiti, in favore di un’interpretazione ancora più forte. La modella viene vista come personificazione della bellezza del mare, dei suoi movimenti prima lenti, poi impetuosi, la sua malinconia meravigliosa, il silenzio tutto intorno e il dolce suono delle onde che si infrangono.
L’idea iniziale per realizzare questo servizio era quella di fare una serie di fotografie sfruttando la nebbia e i colori tenui e freddi del mare d’inverno, e utilizzare gli abiti da sposa sarebbe stato perfetto per la loro delicatezza, eleganza e leggerezza nei tessuti.
L’ambientazione scelta per realizzare gli scatti è stata lo splendido paesaggio marino di Caorle che avevo visto in alcuni scatti di un amico della zona (Luca Bortolato). Attraverso le sue immagini mi sono innamorata subito del luogo e della sua atmosfera e grazie anche a Federica Giacomazzi (altra splendida fotografa della zona) che mi ha fornito molte informazioni a riguardo, ho potuto pianificare la trasferta senza problemi.

La giornata dello shooting è arrivata dopo un paio di settimane di clima mite, temperature ottimali per scattare all’aperto nonostante fosse novembre. Ma quella mattina il clima ha deciso di scendere drasticamente dai 15°C del giorno prima a zero. Nonostante questo non ci siamo lasciati abbattere, arrivati sulla spiaggia la preoccupazione del freddo è passata in secondo piano, dietro alla bellezza del luogo che avevamo davanti agli occhi. Il mare e il cielo si fondevano, una leggera foschia rendeva il tutto irreale, la spiaggia deserta e il silenzio tutto intorno a noi erano magnifici. Siamo stati fortunati in quel caso, la modella (Alina), è stata bravissima, nonostante le condizioni climatiche non certo favorevoli, è riuscita ad interpretare al meglio ciò che volevo, velocizzando moltissimo le cose.

Foto e Testo: Monica Antonelli
Modella: Alina Vertinskaya
Stilyst: Monia Pedretti
Makeup/hair: Elena Toniutto
Fashion designer: Domo Adami


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi