Non importa quello che hai, di qualsiasi cosa l’importante è ciò che ne fai, se lo usi a tuo favore o se lasci che abbia la meglio su di te e ti danneggi. Questo principio  vale per tante cose o situazioni che ci accadono nella vita e lo stress non sfugge alla regola. La lettura di David Lazzari di un fenomeno ampiamente descritto nelle scienze psicologiche è però nuova e parla di stress come di un elemento che può essere sottoposto a forze. O meglio che la nostra intera esistenza è come il bilancio di una azienda: se le perdite sono troppo alte l’azienda fallisce. Se profitti e perdite sono in equilibrio e a favore dei primi l’attività prospera o è in equilibrio. Nel caso della nostra esistenza spesso nemmeno ci rendiamo conto di come abbiamo risorse sia interne che esterne e che da entrambi questi ‘ambienti’ in cui viviamo immersi, abbiamo anche richieste. Una vera e propria partita doppia delle energie, delle emozioni e dei sentimenti.

Se diamo troppo poco e dall’altro lato ci sono richieste elevate ecco che qualcosa va in uno stato di squilibrio e sentiamo una pressione che presto o tardi si tramuta in uno stato di allerta continuo, di tensione che non si allenta. Lo stress, appunto. Ma per capire come funziona questa bilancia, l’autore, Presidente dell’Ordine Nazionale degli Psicologi, ci chiede di focalizzare il nostro status con alcuni semplici test. Punto di partenza per una valutazione delle pressioni che incombono nella nostra esistenza e che comprendono anche tutte le richieste che facciamo a noi stessi.

Ansia, preoccupazione, stati d’animo negativi, frenesia… le situazioni stressanti fanno senz’altro parte della nostra vita.

Spesso però a impedirci di vivere serenamente è la nostra incapacità di gestire lo stress al meglio. Lo stress, infatti, è un fenomeno naturale, senza il quale non troveremmo l’energia per affrontare molte situazioni della nostra vita quotidiana: un esame all’università, un incontro di lavoro, un appuntamento con una persona speciale. E pensare di vivere senza stress è un errore, una quantità adeguata di questa energia ci è fondamentale e rappresenta un motore potente, l’importante è che il motore non vada fuori giri e rischi di fondere, cosa che succede quando la tensione diventa continuata, cronica.

“L’insieme dei processi psicobiologici che chiamiamo “stress” rappresentano le modalità messe a punto dall’evoluzione per favorire l’adattamento degli organismi viventi nei diversi contesti, a partire dalla loro sopravvivenza” spiega Lazzari “Un paragone che possiamo fare è con il metabolismo o con il respiro: attività fisiologiche più o meno intense ma sempre presenti, che variano in relazione a parametri soggettivi ed esterni al fine comunque di mantenere degli equilibri. Lo stress, quindi, è il costo dell’adattamento, per questo nel libro lo definisco “il guardiano dell’adattamento”, perché l’andamento dello stress di ciascuno di noi, i nostri livelli di stress, sono lo specchio del nostro incontro con il mondo”.

Lazzari negli anni ha messo a punto un modello che spiega lo stress attraverso il funzionamento dei piatti di una bilancia. E sono nati anche dei test per valutare lo stress, tra cui uno analogico -cioè basato su una scala a 10 valori- che viene presentato nel libro, permettendo ai lettori di misurare non solo la quantità ma anche la qualità del proprio stress e di partire da lì per una migliore gestione della propria tensione e della capacità di adattamento agli eventi, quello che gli anglosassoni chiamano con un termine intraducibile ‘coping’. Una particolarità del modello è che per la prima volta si tiene conto in modo specifico delle richieste interne alla persona, cioè i bisogni e le aspettative individuali, come fattore incidente sullo stress. Ma oltre alla dimensione individuale il modello della bilancia considera anche quella relazionale, perché il sostegno morale e materiale agisce sui nostri equilibri. Pronti per scoprire se e quanto lo stress sta influendo negativamente sulle vostre esistenze? Ma dovrete rispondere in maniera sincera, io l’ho fatto e… beh, ho scoperto alcune cose piuttosto interessanti. In fondo è stato scritto che la vita è per il 20% cosa ti accade e l’80% come reagisci.

David Lazzari

Bilancia il tuo stress

Editore: Demetra

Collana: Le corolle

Anno edizione: 2017

Euro: 12,50


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi