Il design italiano fa da sempre il giro del mondo, portando i mobili made in Italy nelle case di tantissime persone. Ultimamente, i nostri arredi sono diventati anche i protagonisti della settimana del design che si è tenuta a Londra. Questo è sinonimo di molta soddisfazione per i designer della nostra penisola e per decine e decine di marchi d’arredamento nostrani. Tra i tanti produttori italiani presenti al London Design Festival 2015, che si è tenuto dal 19 al 27 settembre scorso, Boffi ha presentato il marchio “De Padova” e Novamobili ha portato i suoi mobili in questo importante evento. Ma questo non è tutto. Perciò, andiamo a scoprire come il design italiano sta conquistando Londra e il mercato britannico.

Non possiamo fare altro che ammettere che l’arredamento di design firmato dai designer italiani piace e questo è stato riscontrato più volte, in più Paesi del mondo e in più eventi speciali come appunto quello del London Design Festival. Quest’ultimo è stato un’occasione che ha permesso a grandi designer di fama internazionale di incontrarsi, conoscersi, confrontarsi e mostrare le proprie creazioni a colleghi, aziende e consumatori. Ma parlando principalmente dei produttori italiani che hanno conquistato questo evento londinese, possiamo dire che Boffi ha acquisito il marchio “De Padova” ad aprile 2015, creando così una collaborazione unica tra due produzioni di successo per quanto riguarda il design italiano. Questa unione ha creato linee di arredamento di design eccellenti per diverse tipologie di ambienti: dalle cucine ai bagni, dai soggiorni agli uffici. Al London Design Festival, l’amministratore delegato dell’azienda Boffi ha presentato le nuove proposte e ha comunicato che il design made in Italy di Boffi e De Padova punta ad una espansione globale.

I presupposti per arrivare a tutto questo ci sono e si presentano come dei fatti già concreti. Questo soprattutto perché l’arredamento di design in generale, è adatto a tutti e perfetto per ogni preferenza. Infatti, offre un stile classico, uno stile moderno e complementi d’arredo realizzati con creatività; basti vedere le proposte online come ad esempio quelle del brand Vitra presenti nello shop Mohd (negozio online di riferimento per chi ama l’arredamento di design) per avere una idea concreta. In poche parole, i prodotti di grande effetto che sono riusciti a conquistare il London Design Festival, sono gli stessi che sanno catturare l’attenzione tanto dell’occhio allenato a riconoscere la qualità, quanto di quello invece abituato a riconoscere solo la bellezza estetica.

In questo grande evento di Londra è stata presentata anche “Salinas”, la cucina nata dalle idee di Patricia Urquiola. Questo modello aveva già riscosso un notevole successo al Salone del Mobile che si è tenuto precedentemente nella città di Milano. In seguito, gli organizzatori della stessa manifestazione milanese hanno collaborato con la redazione del magazine di arredamento di design “Interni” e con Gilda Bojardi, organizzando diversi incontri con i migliori architetti inglesi, in modo da massimizzare le partnerships nate tra l’Italia e l’Inghilterra. Tutto questo si è rivelato molto importante e ha permesso a tanti marchi di arredamento di design italiano di arrivare nella capitale londinese e nel mercato britannico e creare un forte coinvolgimento.

Tra le altre aziende italiane che hanno partecipato al London Design Festival, c’è anche Novamobili. Quest’ultima, grazie alle grandi idee di una famiglia creativa e appassionata di arredamento di design, si è presenta a questo evento per la prima volta, al fine di massimizzare il successo nel mercato britannico già iniziato nel 2007. Novamobili aveva infatti già conquistato Londra, tanto che ha realizzato tutti gli armadi presenti a One Tower Bridge, un’importante struttura residenziale. L’esportazione aziendale di questo marchio made in Italy si identifica nel 22% del volume di entrate e il 15% dei prodotti esportati sono diretti proprio in Gran Bratagna. Inoltre, nel futuro di quest’azienda c’è un progetto che comprende l’apertura di un negozio Novamobili propria nella città londinese.

Perciò, le percentuali, i risultati e i progetti dei marchi italiani parlano chiaro e, anche in questo caso, affermano il grande impatto che l’arredamento di design italiano ha non solo al London Design Festival, ma anche al di fuori di questo importante evento. Nonostante si tratti di
un mercato colmo di esigenze e competitività, il made in Italy è riuscito a conquistare Londra e non solo, e di questo non possiamo essere che fieri.


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi