di Arianna Urbani

“Ma cosa guardano gli uomini in una donna?”
Quante volte ce lo siamo chieste e ripetute, cercando di darci una risposta senza tuttavia riuscire a spazzar via dubbi e insicurezze?
A parte gli intramontabili seno e lato B, protagonisti assoluti degli anni passati, sembra essersi aperta una nuova epoca: quella dei piedi. Bizzarro a dirsi, e infatti nessuno ci avrebbe mai pensato, eppure, a quanto pare, la maggioranza degli uomini nota fra le prime cose in una donna i piedi.
Dei piedi curati, con un bello smalto e talloni lisci sono senza dubbio un valido strumento di seduzione che gli uomini “feticisti” trovano sexy.

La parola “feticismo” ha origine dal termine feticcio, che a sua volta fa riferimento al portoghese feitiço (latino factitius, cioè “artificiale, fittizio”) : nel XVIII secolo veniva usato dai mercanti di schiavi per definire le reliquie religiose africane dotate di proprietà magiche secondo le credenze animiste del luogo.

Dalla ricerca storico-religiosa, lo psicologo francese Binet trasferisce il termine in ambito sessuologico, nel XIX secolo, per descrivere l’attrazione sessuale per una parte specifica del corpo o per un oggetto. Grazie ai suoi studi, Binet scopre che qualsiasi cosa può diventare un culto da venerare, anche ciò che solitamente non è normale oggetto di piacere: il feticista passa da una forma attiva in cui deve possedere il feticcio, a una passiva in cui chiede di usarlo su di lui, a una contemplativa in cui trae piacere nell’osservare.

bronx-happy-feet-toast-platinum_THUMB_L

In questo senso, la passione e l’adorazione dei piedi ha una storia e una dignità, che variano tuttavia di cultura in cultura, di regione in regione. Secondo la medicina cinese, i piedi sono l’origine e la base della salute umana. Per gli arabi, invece, il piede delle donne porta con sé una storia, solitamente disegnata con dei tatuaggi fatti con l’hennè (oggi tornati in voga tra i turisti e visitatori di quelle zone).  Nella nostra storia, infine, l’adorazione dei piedi è sempre stata considerata un’umiliazione, un gesto di sottomissione: nell’antica Roma, per esempio, era infatti compito degli schiavi lavare i piedi dei loro padroni, così come, in epoche successivi, i sovrani erano soliti farsi baciare i piedi (loro o dei loro figli) dai propri sudditi, in segno di supremazia nei loro confronti.

Oggi ovviamente la situazione è molto diversa da un tempo, tanto da registrare una vera e propria controtendenza: il piede e la scarpa che lo avvolge forniscono molte indicazioni sulla nostra personalità; le donne con i tacchi amano sedurre, piacere e piacersi, quelle con gli anfibi sono dure e toste, mentre sono serie e incorruttibili se indossano mocassini o scarpe stringate.

E gli uomini sembrano impazzire per ognuna di queste versioni…

 

 


it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi