Un nuovo articolo della nostra inviata in Bolivia Demelza Willkes. Questa volta ci parla della bella città di Potosi!

La città di Potosi è un comune della Bolivia che conta 167.438 abitanti.Famosa per i suoi giacimenti d’argento è situata ad un’altitudine di 4.090 metri sul livello del mare, che ne fa una delle città più alte del mondo. Potosí fu fondata nel 1546 in seguito alla scoperta di ricche miniere di argento nell’area di Cerro Rico. Si sviluppò in fretta diventando una delle più grandi città del Nuovo Continente, la seconda per densità demografica dopo Città del Messico, con una popolazione di oltre 200.000 abitanti. Per capre quanto fosse considerata ricca la città nel passato, basti pensare che in spagnolo esiste ancora un detto: “vale un Potosí”, che significa “vale una fortuna”.
san-luis-potosi
I racconti storici ci dicono che generazioni intere di schiavi trapiantati dall’Africa lavorarono incessantemente nelle miniere della zona. Tuttavia nel XIX secolo il filone argentifero si esaurì, fatto che determinò il progressivo declino della città. Degli antichi fasti di Potosi, restano oggi le tante magioni di epoca coloniale e le sue molte chiese barocche che le hanno valso l’inserimento nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità. Potosì e una città poco popolosa, ma ricca in cultura e istoria. A Potosi si possono trovare diverse attrazioni turistiche, dalla Casa de la Moneda, al Convento di Santa Teresa e Convento di San Francesco fino a diverse chiese sparse per tutta la città.
Tren_Sucre_Potosi_1931
Inoltre un interessante polo turistico è costituito dal Cerro Rico, dove si possono fare escursioni dentro le miniere, ascoltare diverse leggende dagli abitanti autoctoni e soprattutto entrare a contatto con la cruda faccia della povertà in una città dove le persone cominciano a lavorare da quando sono bambini (10 anni) e dove l’aspettativa di vita, dovuta alle precarie condizioni di lavoro, non arriva a più di 50 anni.
Una città ricca di storia, pervasa da un’atmosfera fatta di miti e leggende che non vi deluderà!

Per approfondire vedetevi questo documentario: http://www.youtube.com/watch?v=OkzFHaggNBo
(purtroppo soltanto in Spagnolo)


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi