di Arianna Urbani

Un legame indissolubile. Un mondo segnato dall’odio. La forza inesorabile della speranza.

Dopo l’intramontabile bestseller “Il gusto proibito dello zenzero”, lo straordinario Jamie Ford torna con un altro indiscusso romanzo. Una storia intensa, un amore che non si ferma di fronte alle difficoltà e alla violenza. Non si ferma nonostante l’abbandono, la solitudine. Un sentimento così forte da poter appartenere soltanto a un bambino.
Siamo nella rumorosa Seattle: il piccolo Wiliam ha dodici anni e da cinque vive in un vecchio orfanotrofio. E’ una struttura fatiscente, gestita da suore che accolgono i bambini abbandonati per le strade, dai passanti, oppure dalle loro stesse mamme per povertà, con la promessa di un ritorno che, nella maggior parte dei casi, non avverrà mai, E’ qui che a William vengono insegnate, con l’imposizione, la disciplina e il rispetto; ma a lui, come a tutti gli altri bambini, mancano l’affetto e il calore che solo un genitore può dare. A differenza degli altri bambini, William ha molti ricordi di sua madre, della sua ah-ma, Liu Song.

FORD_comeunfioreribelle

E’ per questo che non si arrende all’idea di averla persa per sempre: il giorno del “compleanno di tutti i bambini” dell’istituto trova il coraggio di chiedere cosa fosse veramente successo a sua madre. Le risposte gli trafiggono il cuore: cantante d’opera, figlia di due artisti dell’Opera cantonese, era stata perseguitata insieme alla famiglia prima dalla dinastica Quing e poi dai Manciù per le loro esibizioni ritenute illegali. Lasciata la Cina alla volta dell’America, la famiglia Song viene colpita dalla dilagante febbre gialla. La madre, era morta in quegli anni, per malattia o per miseria. Questa almeno la versione della suora del Sacro Cuore a cui William si rivolge. Ma il piccolo, seppure straziato dal dolore, rifiuta di arrendersi a questa verità. E anzi è convinto di avere una prova dell’esistenza della madre quando, durante una gita in città, fa un incontro che gli cambierà la vita: si tratta di Willow Frost, una giovane ma affermata cantante cinese, una starlet dei teatri di mezza America. Tutte le radio e i giornali parlano di lei e della sua compagnia che incanta il pubblico, la città è invasa da pubblicità con la sua faccia.
E’ per rivederla ancora che Williams decide di scappare dall’orfanotrofio in cerca della donna, convinto che sia sua madre. Seguito dalla fidata amica Charlotte, inizia un viaggio che tiene il lettore con il fiato sospeso. La voglia di riuscire è tanta, la tenacia e la determinazione lo aiutano. Ad attenderli c’è però un mondo pericoloso, di cui loro non sanno niente: il mondo violento della Seattle degli anni Trenta, quello dei locali proibiti, dei teatri e dei club privati. Ed è in uno di questi che William riesce nuovamente a vedere Willow: la dolce melodia della sua voce durante un’esibizione a teatro gli ricordano fin da subito le canzoncine che la mamma gli sussurrava per farlo addormentare.
William è impaurito e spaesato di fronte a questa scoperta, eppure proprio da questa sua paura nasce la sua forza: deve scoprire chi è quella donna. Deve scoprire, soprattutto, se si tratta di sua madre. E perché lo ha abbandonato? Sarà disposta a riprenderlo con sé?
Un viaggio all’interno dell’animo umano che quotidianamente deve superare l’odio e il rancore, per poter guardare con speranza il futuro.


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi