Quante volte vi è stato ripetuto che una semplice maschera di bellezza all’argilla può rivelarsi più utile di tante creme in commercio per purificare la pelle del vostro viso?

Sicuramente innumerevoli ma come realizzarla?

In commercio esistono già tanti tipi di maschere già pronte. Per realizzarla basta mescolare per bene un bicchiere di argilla verde con mezzo bicchiere di acqua minerale naturale e un cucchiaino di olio di mandorle dolci o di extravergine di oliva (per non seccare troppo la pelle), avendo l’accortezza di non usare contenitori e cucchiai di metallo o di plastica.
Contro l’acne, a questa maschera base, indicata per tutti i tipi di pelle, si possono aggiungere 2-3 gocce di Olio Essenziale di limone, camomilla romana o lavanda.

L’impasto così ottenuto va poi steso sul viso in uno strato abbastanza spesso (circa ½ centimetro) e tenuto in posa per 30 minuti circa, dopodichè va risciacquato accuratamente con acqua tiepida.

Quindi si passa sulla pelle il tonico, o, meglio, in presenza di acne, un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone. E infine si spalma una buona crema idratante.

La maschera va applicata possibilmente ogni giorno fino al deciso miglioramento della situazione cutanea, mentre in seguito basteranno un paio di volte a settimana per mantenere i risultati ottenuti.

L’efficacia di questo trattamento esterno contro l’acne, inoltre, potrà essere rafforzata tramite l’assunzione di argilla per via interna, che depura il sangue e l’intero l’organismo e neutralizza le tossine, oltre ad apportare preziosi minerali.
Si può consigliare, allora, alla cliente di prepararsi ogni sera una bevanda sciogliendo un cucchiaino di argilla verde ventilata in un bicchiere di acqua e lasciandola riposare tutta la notte, per bere a digiuno, la mattina successiva, dopo che l’argilla si sarà depositata sul fondo, l’acqua sovrastante.

Questa terapia andrà protratta per un mese, interrotta per dieci giorni e di nuovo ripresa per un mese, e potrà essere ripetuta per due cicli l’anno, in primavera e in autunno.

Gli effetti positivi sulla pelle non si faranno attendere…

A cura di Ernesto Ravaghe


it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi