(Risultato di un sondaggio di psicologia di coppia)

Parliamo del motivo dichiarato per cui si litiga. Per una coppia su quattro il motivo riguarda i famigliari che gravitano attorno alla coppia. Se vogliamo aggiungere anche un’altra ragione per cui la coppia litiga a causa di terzi, ecco che compare nel 10% dei casi, la gelosia. Ci sono poi motivazioni riferite alla coppia e al suo funzionamento: i partecipanti al sondaggio, nelle loro risposte citano il sesso, le disattenzioni e le pulizie di casa! Ma il risultato più interessante permette di capire una cosa: si litiga sempre per lo stesso motivo o si cambia motivo? Pare che nessuno litighi per motivi diversi ogni volta, ma che tutti litighino sempre per lo stesso motivo, o al massimo, per i soliti motivi. a rotazione.

In conclusione! Nella relazione, un rapporto dialogico è un mutuo scambio non solo verbale, espressivo, ma anche donativo, reale, affettivo ed operativo; si può anche definire una progressiva, benevola scoperta dell’altro in tutti i suoi aspetti. Questa comunicazione viene espressa in molti modi:

con la condivisione delle idee politiche, di un cibo, di un libro, di un film, fino alla sfera sessuale; tutto ciò si svolge all’insegna di momenti di reciprocità (io dico la mia, tu dici la tua, troviamo un compromesso) e momenti di alternanza (io parlo, tu ascolti, ti adegui; tu parli, io ascolto mi adeguo) che costituiscono parametri di fondo negli scambi affettivi.

Se il marito avverte che la moglie è troppo poco femminile e ritiene che in questo risieda il motivo del conflitto, ciò che può aiutare nella soluzione del conflitto stesso; è uno sforzo di crescita nella propria mascolinità; e viceversa se lei avverte che lui è troppo poco maschile. Il compito primario non è di imporgli la mascolinità, bensì di proporgliela con un’accentuazione autentica e non provocatoria, della propria femminilità. Un uomo sarà tanto più uomo, quanto più saprà far essere donna una donna, e viceversa; perché solo due esseri che abbiano differenti unicità, possono accrescere la loro unicità al servizio l’uno dell’altro.

La riuscita di un matrimonio dipende molto dalla qualità e quantità degli scambi che dovrebbero essere fra i coniugi, alla maniera dei “vasi comunicanti” all’interno di queste tre aree di scambio continuo: l’oblatività, comunicatività e sessualità. Perciò la comunicazione “intesa come dialogo fra partners, è un elemento fondante per costruire una relazione autentica e un costruttivo rapporto di coppia di lunga durata.

A cura della Dr.ssa Liliana Barbus, psicologo
Cell. 329/4018692
E-mail: barbus15963@ordinepsicologilazio.postecert.it


PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi