Bagno vecchio, non funzionale e brutto da vedere? Renderlo più accogliente e piacevole grazie ad un’efficace ristrutturazione è la soluzione migliore! Ecco come procedere.

La ristrutturazione del bagno è un’operazione complessa e va affidata a professionisti d’esperienza, in grado di studiare le soluzioni più idonee in linea con i regolamenti edilizi comunali.
Una volta studiato un piano di intervento minuzioso, si potrà procedere con l’abbattimento delle vecchie opere murarie e al ripristino delle tubature e dell’impianto idraulico.

E’ importante rispettare le più severe norme di sicurezza, soprattutto per quanto riguarda la corrente elettrica e l’acqua. Le prese accanto a lavandini e sanitari dovranno essere coperte da protezioni e il tracciato elettrico deve essere rivestito da materiale isolante di qualità.

Un occhio di riguardo ai sanitari

I sanitari sono la parte essenziale del bagno, in grado di contribuire in maniera sensibile a renderlo davvero accogliente e rilassante. Per questo vanno selezionati con estrema cura. Le proposte di Ideal Standard, ad esempio, offrono un’ampia selezione di prodotti realizzati con materiali moderni e resistenti, adatti per venire incontro ad ogni esigenza. Sarà possibile scegliere tra tazze, bidet, lavabo, box doccia e vasche n linea con i più alti standard di qualità, pensati per durare nel tempo e risultare esteticamente piacevoli grazie al loro design moderno, compatto ed essenziale.

Per la loro posa occorre tenere conto dello spazio disponibile: affinché si abbiano wc e bidet sulla stessa parete sono necessari circa 120 cm di spazio. Qualora questo non fosse possibile, lo staff addetto alla ristrutturazione dovrà vagliare soluzioni alternative.

Pavimentazione e rivestimenti

Una volta studiata la posizione degli elementi e tracciato il sistema idrico ed elettrico sarà possibile procedere con il rinnovo della pavimentazione e dei rivestimenti delle pareti.
Questa è la parte più onerosa: per abbassare un po’ il costo del preventivo, la soluzione migliore è quella di ricoprire le vecchie piastrelle con quelle nuove, scegliendo un modello che non crei eccessivo spessore. Questa accortezza permetterà di non dover alzare eccessivamente le porte e costituisce un ottimo metodo per risparmiare.

L’ultimo passaggio è quello della posa della rubinetteria e della tinteggiatura. Qualora se ne abbia diritto, a lavoro concluso, è necessario inviare la documentazione per richiedere le detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie.

Una volta riposizionati i mobili ed effettuato una verifica generale, il lavoro sarà concluso e sarà possibile godere del nuovo bagno!


it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi