Il freddo invernale è ancora lontano e le mite giornate autunnali ci permettono ancora di prenderci delle piccole pause dalla frenetica routine quotidiana e di scoprire luoghi meravigliosi; tra questi i paesaggi collinari della zona intorno Riccione, dove un nuovo modo di fare turismo sta prendendo pieno nella città. Scovata infatti l’offerta migliore su hotelriccione.travel , non resta che dedicarsi alla scoperta della Perla Verde dell’Adriatico e dei suoi paesaggi mozzafiato.

Proprio dalla città di Riccione può avere inizio un percorso che porterà alla scoperta di scorci e panorami unici, tutti nascosti nella parte interna della Romagna, circondate dalle colline e poco distanti dal mare. Da questa città simbolo di un’intera regione, si diramano moltissimi itinerari percorribili anche in modalità eco-sostenibile ( biciclette o tramite camminata) che accompagnano turisti e visitatori in luoghi sospesi tra passato e presente. L’entroterra romagnolo è infatti rinomato per la massiccia presenza di rocche e castelli, costruiti per lo più durante il periodo medievale, al tempo delle signorie. Molti di questi edifici sono ancora oggi in piedi e attraggono a sé molti curiosi e appassionati: particolarmente conosciuti sono il Castello di Gradara, dove si racconta si conobbero e innamorarono Paolo e Francesca Malatesta, e la rocca conosciuta come il castello di Azzurrina, dove appunto la leggenda narra del fantasma di Azzurrina che ancora si aggira tra le sue mura. Non solo tuttavia percorsi storici e tematici ma anche paesaggistici che dalla bella Riccione accompagnano il turista alla scoperta del Polmone verde dell’Adriatico: il parco naturale di San Bartolo. La riserva naturale di san Bartolo si estende su una superficie considerevole, abbracciando le due regioni della Romagna e delle Marche. Passando per la località di Gabicce Mare e percorrendo la strada panoramica che la collega alla parte alta del comune di Gabicce, chiamata appunto Gabicce Monte, si può accedere a questo parco naturale, dove la vegetazione e il paesaggio mozzafiato sono tutelati e posti al sicuro dalla forza distruttiva degli uomini. All’interno della riserva è possibile districarsi tra diversi sentieri, alcuni dei quali si snodano nella ricca vegetazione mediterranea fino a giungere nelle città di Pesaro-Urbino, circondati dal mare e arricchiti da vedute e paesaggi da togliere il fiato. Sguardi furtivi al mare in lontananza catturano immagini da cartolina, e il rigoglioso verde di un paesaggio incontaminato permettono di riacquistare la serenità e la forza necessaria per ritornare alla vita di sembra, carichi però di una marcia in più.


www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

A proposito dell'autore

Scrivi